Whitney Museum of American Art

Whitney Museum of American Art

Il Whitney Museum of American Art conserva la maggior collezione d’arte statunitense del XX secolo.

 

Il museo fu fondato nel 1930 da Gertrude Vandelbilt Whitney, scultrice milionaria che, agli inizi del XX secolo, collezionò più di 500 opere d’arte. La creazione del suo museo fu la conseguenza del rifiuto del Metropolitan Museum d’esporre le opere della scultrice.

L’attuale edificio è opera dell’architetto ungherese Marcel Breuer e fu inaugurato nel 1966. È costruito in cemento armato e granito grigio e presenta una facciata sontuosa.

Il percorso espositivo

Il museo ha cinque piani, di cui il quinto è dedicato all’esposizione permanente mentre i tre intermedi albergano le esposizioni temporali.

Fra le opere più famose vi sono i quadri di Edward Hopper e vari dipinti di Kooning, Demuth ed Andy Warhol.

Per gli appassionati d’arte contemporanea

A New York ci sono musei interessanti e fin troppe cose da vedere nelle sue strade e per molti questa visita può risultare una vera perdita di tempo. Se non siete appassionati d’arte contemporanea l’interno di questo museo può lasciarvi infatti abbastanza indifferenti. Per tanta gente la parte migliore dell’edificio è l'esterno della sua architettura.

Orario

Da giovedì a domenica, dalle ore 10:30 alle 18:00.
Venerdì e sabato dalle ore 10:30 alle 22:00.
Chiuso il lunedì e il martedì.
Chiuso a Natale, a Capodanno e nel Giorno del Ringraziamento.

Prezzo

Adulti: $25.
Studenti e maggiori di 62 anni: $18.
Minori di 18 anni: ingresso gratuito.

Trasporto

Metro: 77th Street, linea 6.
Autobus: linee M1, M2, M3 e M4.